Pronostici calcio

Pronostici calcio per le tue
scommesse

Pronostici Mondiali 2014 – si accettano scommesse

mondiali 2014 Il prossimo giovedì 12 giugno, con il fischio d’inizio di Brasile-Croazia, prenderanno ufficialmente il via i Campionati Mondiali di Calcio 2014.

La rassegna iridata si svolgerà in dodici differenti sedi del paese sudamericano e vedrà la partecipazione di trentadue squadre provenienti dai cinque continenti.
Le trentadue squadre partecipanti sono state suddivise in otto gironi da quattro componenti ciascuno, con sorteggi effettuati in base a fascie a seconda della posizione delle varie selezioni nazionali all’interno del Ranking FIFA.
Per quel che riguarda il girone A (composto da Brasile, Croazia, Messico e Camerun), il passaggio del turno sembra pressoché certo per i padroni di casa. Il secondo posto disponibile sarà probabilmente conteso tra Croazia e Messico. Il Camerun, nonostante la presenza del veterano Samuel Eto, sembra avere poche opzioni di passare il turno.
Il Brasile, forte del fattore campo e di una delle migliori rose della rassegna iridata, dovrebbe essere quasi sicuro del passaggio agli ottavi di finale.
Croazia e Messico si giocano la qualificazione agli ottavi contando con rose relativamente simili a livello di tasso tecnico. Entrambe le squade sono giunte in Brasile dopo aver superato gli spareggi, battendo rispettivamente Islanda e Giordania.
Anche il Camerun è approdato ai mondiali in extremis, dopo aver superato la Tunisia nel terzo turno di play-off africano.
I bookmaker sembrano concordi nell’attribuire al Brasile in ruolo di super favorita. Il passaggio del turno della formazione verde-oro è pagato 1,01 da Bet Flag; 1,02 da William Hill; 1,03 da Bwin e da Paddy Power.
Per quel che riguarda Messico e Croazia, le due formazioni sono considerate estremamente simili anche dai bookmakers.
Il passaggio agli ottavi della formazione balcanica viene pagato 1,97 da Bet Flag; 2,10 da William Hill, Bwin e Paddy Power.
La qualificazione al turno successivo della ‘Tricolor’ è pagata 2,05 da Bet Flag; 2,10 da Bwin e Paddy Power; 2,25 da William Hill;
Remote le possibilità del Camerun di giocare negli ottavi di finale: l’evento viene pagato 5 da William Hill e Paddy Power; 5,25 da Bwin; 5,75 da Bet Flag.
Per quel che riguarda il girone B (composto da Spagna, Olanda, Cile e Australia) la situazione è relativamente più complessa.
La compresenza delle due finaliste della Coppa del Mondo del 2010 nello stesso gruppo ha suscitato aspre polemiche, ma il tasso tecnico della Spagna appare decisamente superiore.
Nonostante gli acciacchi di Diego Costa e lo stato di forma non perfetto del portiere-capitano Iker Casillas, gli iberici sembrano ampiamente favoriti per il passaggio del girone.
Olanda e Cile si dovrebbero giocare il secondo posto, con l’Australia chiamata ad un ruolo da comprimaria nonostante possa schierare una formazione di un discreto tasso tecnico.
La qualificazione agli ottavi dei campioni del mondo in carica è pagata 1,15 da Bwin e Bet Flag; 1,16 da William Hill e Paddy Power.
L’Olanda, medaglia d’argento in Sudafrica, sembra avere consistenti possibilità di conquistare il passaggio agli ottavi di finale, trascinata dalle stelle Robben, Sneijder e Van Persie. La qualificazione degli ‘Oranje’ è pagata 1,52 da Bet Flat; 1,56 da Paddy Power; 1,60 da Bwin; 1,66 da William Hill.
Il Cile, terzo classificato alle spalle di Argentina e Colombia nel gruppo sudamericano, spera in una buona prestazione e affida al bianconero Vidal le sue opzioni di passaggio agli ottavi. Il passaggio del turno da parte degli andini è pagato 1,80 da William Hill; 1,90 da Bwin e Paddy Power; 2,10 da Bet Flag.
L’Australia, nonostante sia stata una delle prime nazionali a conquistare il pass per il Brasile e sia ormai da alcuni anni una formazione abituale nelle rassegne iridate, vede le sue speranze di qualificazioni ridotte al lumicino. Il passaggio agli ottavi dei ‘Socceros’ è pagato 8 da Paddy Power; 9 da Bwin; 12 da William Hill. Bet Flag non propone la scommessa a causa delle scarse possibilità di qualificazione dell’Australia agli ottavi.
Il gruppo C (composto da Colombia, Grecia, Costa d’Avorio e Giappone), si preannuncia come uno dei più combattuti della rassegna iridata.
I sudamericani sono una delle squadre più interessanti del lotto ma, complice l’assenza della stella Radamel Falcao, le loro possibilità di qualificarsi agli ottavi si sono ridotte notevolmente nel corso degli ultimi mesi. Nonostante l’assenza del giocatore del Monaco, la presenza del promettente Bacca – fresco trionfatore in Europa League con il Sevilla – potrebbe consentire ai ‘Cafeteros’ una facile qualificazione agli ottavi di finale.
La Grecia ha conquistato i mondiali superando la Romania nel play off. La presenza di alcuni veterani come Karagounis nella formazione assicura l’esperienza necessaria ma potrebbe non essere sufficiente per avanzare nella rassegna iridata.
La Costa d’Avorio conterà sul suo leader storico, Didier Drogba, per cercare di conquistare gli ottavi.
Il Giappone di Alberto Zaccheroni si presenta in Brasile con una rosa composta in gran parte da giocatori della J League. Questa scelta, se da un lato penalizza leggermente l’esperienza internazionale del gruppo, dall’altro fa sì che i ventitré siano amalgamati, giocando in gran parte nello stesso campionato.
Il gruppo appare come uno dei più equilibrati dei mondiali.
Leggermente favorita la Colombia. Il passaggio agli ottavi dei sudamericani è pagato 1,25 da Bwin; 1,27 da Bet Flat; 1,28 da William Hill e Paddy Power.
La qualificazione della Costa d’Avorio è quotata 1,83 secondo Paddy Power; 1,85 per Bwin; 1,90 per Bet Flag; 2 per William Hill.
Il Giappone, grazie anche all’esperienza maturata nel corso della passata Confederations Cup, conta con buone opzioni. Il passaggio del turno dei nipponici paga 1,95 per Bet Flat; 2 per William Hill e Bwin; 2,10 per Paddy Power.
La Grecia è la cenerentola del gruppo. La qualificazione degli ellenici agli ottavi vale 2,60 per Paddy Power; 3 per Bwin e Bet Flag; 3,20 per William Hill.
Il girone D (composto da Uruguay, Costa Rica, Inghilterra e Italia) è da molti considerato il vero e proprio ‘gruppo della morte’ di Brasile 2014.
L’Uruguay, campione in carica del Sudamerica e quarto classificato alla Confederations Cup 2013, conta con una rosa completa e competitiva ma non ha la certezza della presenza in campo della stella Suarez, infortunatosi alla vigilia dell’appuntamento mondiale.
L’Inghilterra ha una rosa competitiva e un selezionatore come Roy Hodgosn, bravissimo nel perfezionare quel gioco difensivo che è sempre stato, storicamente, uno dei punti deboli della nazionale dei Tre Leoni.
L’Italia conta con una rosa sulla carta competitiva ma con l’incognita Mario Balotelli. Il rossonero è capace di prestazioni di altissimo livello ma al tempo stesso di clamorosi svarioni. In difesa, Buffon appare una garanzia; Pirlo ha un talento indiscusso ma sconta l’avanzare dell’età; in attacco il giovanissimo Immobile potrebbe regalare sorprese.
Il Costa Rica appare come la vittima sacrificale del gruppo. Il portiere Keylor Navas, reduce da un’ottima stagione con la maglia del Levante nella Liga, appare come uno dei leader della formazione centroamericana.
La qualificazione agli ottavi dell’Italia viene pagata 1,36 da William Hill; 1,40 da Bwin, Paddy Power e Bet Flag.
Il passaggio del turno da parte dell’Uruguay viene quotato 1,43 da Bet Flag; 1,44 da Paddy Power; 1,55 da Bwin; 1,57 da William Hill.
La qualificazione alla fase a eliminazione diretta dell’Inghilterra è pagata 1,52 da Paddy Power; 1,55 da Bwin; 1,57 da William Hill.
Il Costa Rica è la cenerentola del gruppo. La qualificazione dei centroamericani è pagata 9,50 da Paddy Power; 10 da Bwin; 11 da William Hill.
Il gruppo E (composto da Svizzera, Ecuador, Francia e Honduras) è uno di quelli con il tasso tecnico meno elevato di tutta la rassegna iridata.
La Francia, nonostante una fase di qualificazione decisamente al di sotto delle aspettative e il pass iridato conquistato in extremis contro l’Ucraina, è la favorita per la qualificazione agli ottavi.
La Svizzera, che ha conquistato la qualificazione superando formazioni modeste come Islanda, Slovenia e Norvegia, ha comunque buone probabilità di qualificarsi agli ottavi, grazie alla presenza in rosa degli ‘italiani’ Behrami, Inler, Dzemaili, Lichtsteiner e Ziegler.
L’Ecuador, quarta classificata nel gruppo sudamericano, conterà con le prestazioni del giocatore del Manchester United Valencia e del veterano Édison Méndez – e magari di un passo falso di Francia o Svizzera – per cercare di eguagliare il risultato del 2006, quando venne eliminata agli ottavi di finale.
L’Honduras, alla sua terza partecipazione iridata, non ha mai superato il primo turno. Il giocatore più rappresentativo è senza dubbio il difensore Emilio Izaguirre, che milita in Scozia con la maglia del Celtic. In ogni caso, per i centroamericani sarebbe già un ottimo risultato portare a casa qualche punto: le possibilità di qualificazione agli ottavi appaiono quasi nulle.
La qualificazione agli ottavi della Francia viene pagata 1,15 da Bet Flag; 1,16 da William Hill e Paddy Power; 1,20 da Bwin.
La Svizzera agli ottavi viene pagata 1,52 da Paddy Power; 1,60 da Bwin; 1,61 da William Hill; 1,65 da Bet Flag.
La qualificazione dell’Ecuador al turno successivo è bancata 1,90 da Bwin e Bet Flag; 2 da William Hill e Paddy Power.
Il passaggio del turno da parte dell’Honduras viene pagato 6,75 da Paddy Power; 7 da Bwin; 8 da William Hill.
Il gruppo F (composto da Argentina, Bosnia Erzegovina, Nigeria e Iran) dovrebbe essere dominato da Messi e compagni. L’Argentina, complice anche l’assenza del Brasile organizzatore alle qualificazioni, ha dominato il gruppo sudamericano. La presenza in rosa di fuoriclasse del calibro di Messi, Lavezzi, Higuain, Palacio, Mascherano e Di Maria dovrebbe assicurare un facile approdo agli ottavi di finale.
La Bosnia Erzegovina di Dzeko e Lulic, alla sua prima partecipazione iridata, cercherà di esordire con un risultato storico, provando a qualificarsi agli ottavi.
La Nigeria cercherà di contendere ai balcanici il pass per gli ottavi.
L’Iran, con una nazionale dal bassissimo tasso tecnico e forte difficoltà economiche – la federazione ha addirittura imposto di non scambiare le maglie con gli avversari al termine delle partite per esigenze di budget – difficilmente potrà qualificarsi per la fase successiva. Per l’Iran sarebbe probabilmente già un successo mettere a segno una rete nel corso della manifestazione.
La qualificazione dell’Argentina agli ottavi di finale è pagata 1,01 da Bet Flag; 1,03 da William Hill e Bwin
Il passaggio della Bosnia Erzegovina agli ottavi vale 1,72 volte la posta giocata da Bwin; 1,75 per Bet Flag: 1,80 per William Hill; 1,83 per Paddy Power.
La qualificazione delle ‘Aquile Nere’ al turno successivo viene pagata 2,20 da Bwin, 2,25 da Paddy Power e Bet Flag; 2,37 da William Hill.
L’accesso agli ottavi di finale è pagato 5,50 da Paddy Power; 7 da William Hill e Bwin.
Il girone G (composto da Germania, Portogallo, Ghana e Stati Uniti) sembra uno dei gruppi più interessanti della rassegna iridata 2014.
La Germania e il Portogallo appaiono favorite ma non bisogna sottovalutare l’energia del Ghana o l’esperienza internazionale degli Stati Uniti e del loro selezionatore Klinsmann.
La Germania conta con una delle rose più competitive del mondiale. Ozil, Mueller, Gotze, Schürrle e Klose sono giocatori di altissimo livello, capaci di risolvere da soli una partita.
Il gruppo ha una lunga esperienza internazionale. Nel corso delle ultime tre partecipazioni mondiali i tedeschi sono sempre finiti sul podio: secondi nel 2002, terzi nel 2006 e nel 2010. Difficile pensare che in Brasile la Germania non arrivi almeno ai quarti di finale; pressoché impossibile che fallisca la qualificazione agli ottavi.
Il Portogallo conta con la presenza del Pallone d’Oro Cristiano Ronaldo, capitano e titolare inamovibile dei lusitani, fresco vincitore della doppietta Champions League-Copa del Rey con il Real Madrid. Ronaldo, trascinatore del Portogallo nel vittorioso spareggio contro la Svezia di Ibrahimovic, ha la possibilità di fare realmente la differenza e di consentire il passaggio del turno dei lusitani.
Gli Stati Uniti si presentano alla rassegna iridata per la settima volta consecutiva: in Sudafrica vennero eliminati agli ottavi. Grazie alla presenza in rosa di alcuni elementi con una lunga esperienza internazionale e ad alcuni giovani interessanti, gli Usa puntano al passaggio del turno, sperando nel passo falso di Portogallo o Germania.
Il Ghana, dal canto suo, è alla sua terza partecipazione consecutiva alla rassegna iridata. Nel 2006 arrivò agli ottavi, nel 2010 conquistò addirittura i quarti. In rosa conta con giocatori del calibro di Michel Essien, Kevin Prince Boateng, Kwadwo Asamoah e del veterano Asamoah Gyan. Gli africani, guidati dall’ex calciatore Appiah, hanno concrete possibilità di far bene in Brasile.
Il passaggio del turno della Germania appare scontato per i bookmaker: 1,05 per Bet Flag; 1,10 per William Hill e Bwin; 1,12 per Paddy Power.
Il Portogallo è l’altro grande favorito per conquistare gli ottavi. La qualificazione lusitana vale 1,42 per Bet Flag; 1,44 per William Hill e Paddy Power; 1,45 per Bwin.
La qualificazione agli ottavi degli Stati Uniti viene pagata 3,20 da Paddy Power; 3,55 da Bwin; 4 da William Hill e Bet Flag.
Il Ghana, secondo i bookmaker, è la squadra outsider del gruppo. Il passaggio agli ottavi vale 3,50 per Paddy Power; 3,55 per Bwin; 4 per William Hill e Bet Flag.
Il gruppo H (composto da Belgio, Russia, Corea del Sud e Algeria) è uno dei più interessanti della rassegna iridata.
Il Belgio è una delle squadre sicuramente più forti e competitive del lotto, grazie alla presenza agli ordini dell’esperto tecnico Mark Wilmots di autentiche stelle come Eden Hazard, Adnan Januzaj, Romelu Lukaku e il portiere Thibaut Courtois.
Indicativo il fatto che il giocatore più anziano sia Nicolas Lombaerts, ventinovenne in forza allo Zenit di San Pietroburgo.
Il Belgio, assente dalla rassegna iridata da Corea-Giappone 2002 (venne eliminato agli ottavi), ha tutte le carte in regola per disputare un gran mondiale.
La Russia, guidata da Fabio Capello, torna al mondiale dopo dodici anni: l’ultima partecipazione risale a Corea-Giappone 2002. Il leader indiscusso è il bomber Aleksandr Kerzhakov. Il fatto che tutti i ventitré convocati da Capello militino nel campionato russo può essere un vantaggio enorme dal punto di vista della formazione di un gruppo coeso.
La Corea del Sud è all’ottava partecipazione consecutiva ai mondiali: la compagine asiatica si è affermata come una delle più solide del suo continente e nel 2002 è giunta allo storico quarto posto finale. Tra i giocatori più interessanti si segnalano il giovane attaccante del Bayer Leverkusen Son Heung-Min e l’ex Arsenal e Celta Vigo Park Chu-Young.
La quarta squadra del gruppo è l’Algeria, che ha conquistato l’accesso ai mondiali dopo aver superato in extremis il Burkina Faso negli spareggi di qualificazione.
Tra i giocatori più importanti gli ‘italiani’ Faouzi Ghoulam, Hassan Yebda, Saphir Taider, Djamel Mesbah. Interessante anche l’attaccante del Valencia Sofiane Feghouli.
La squadra africana ha comunque scarse possibilità di migliorare il risultato del 2010, quando venne eliminata al primo turno dopo un pareggio e due sconfitte.
Le possibilità di passaggio agli ottavi del Belgio appaiono concrete per i bookmaker: 1,12 secondo Bet Flag; 1,15 secondo Bwin; 1,16 secondo William Hill e Paddy Power.
Quote relativamente basse anche per la Russia: 1,35 per Bet Flag; 1,44 per William Hill e Paddy Power; 1,45 per Bwin.
La qualificazione agli ottavi di finale della Corea del Sud vale 2,45 per Paddy Power; 2,55 per Bwin; 2,62 per William Hill; 2,70 per Bet Flag.
L’Algeria è considerata una delle cenerentole del mondiale e le sue possibilità di conquista degli ottavi di finale sono remote. La qualificazione viene pagata 5 da Paddy Power; 6 da William Hill e Bwin.
Per quel che riguarda le favorite per la vittoria finale dei Campionati Mondiali di Calcio di Brasile 2014, la squadra super favorita appare essere il Brasile.
I brasiliani, oltre a contare con fuoriclasse di caratura mondiale come Neymar, contano anche su di un girone eliminatorio abbastanza morbido e con l’importanza del poter giocare in casa, con un pubblico tra i più caldi e appassionati del pianeta.
I bookmaker sembrano essere concordi nel fatto che la favorita per la conquista del titolo sia il Brasile: 3,70 per Paddy Power; 3,75 per Bwin e Bet Flag; 4 per William Hill.
Alle spalle del Brasile si posiziona un’altra nazione sudamericana, l’Argentina. L’Albiceleste, grazie alla presenza di un fuoriclasse come Messi e ad una rosa composta da giocatori di caratura mondiale, è considerata tra le favorite per trionfare in Brasile.
Il terzo titolo mondiale dell’Argentina vale 5 per William Hill, Paddy Power e Bet Flag; 5,50 per Bwin.
La Germania, dopo le ottime prestazioni fatte registrare nelle passate edizioni dei mondiali (secondo posto nel 2002, medaglia di bronzo nel 2006 e nel 2010), è considerata tra le favorite per portare a casa il titolo, prima delle non sudamericane.
I tedeschi, che hanno già colto tre titoli mondiali nella loro storia, sono dati a 5,90 da Paddy Power; 6,25 da Bet Flag; 6,50 da Bwin; 7 da William Hill.
La Spagna, campione in carica, nonostante l’umiliante 3-0 subito dal Brasile nella finale della Confederations Cup 2013, è considerata dai bookmaker tra le favorite per il titolo.
L’ottima prestazione a livello di club delle squadre iberiche – finale tutta madrileña in Champions League e trionfo del Sevilla in Europa League – testimonia che il calcio spagnolo è in salute.
Il secondo trionfo mondiale della Roja è pagato 6,50 da Paddy Power; 7 da William Hill; 7,50 da Bwin e Bet Flag.
Alle spalle del quartetto formato da Brasile, Argentina, Germania, Spagna inizia il gruppo delle outsider.
La prima tra le formazioni non favorite ma che comunque potrebbe riservare sorprese è il Belgio.
La squadra guidata da Wilmots è formata da giocatori estremamente giovani ma che da alcuni anni giocano nelle maggiori squadre del pianete con ottimi risultati. Il Belgio è una squadra nuova, la cui ricostruzione è iniziata dopo i deludenti risultati seguiti all’eliminazione agli ottavi nei mondiali nippo-coreani del 2002.
I bookmaker considerano il Belgio come la prima delle outsider e pagano la vittoria finale con quote interessanti. Il trionfo della giovane nazionale belga in Brasile vale 15 per Bwin e bet Flag; 17 per William Hill; 18 per Paddy Power.
Alle spalle del Belgio, le altre outsider sono Francia e Italia.
I Bleus, nonostante un cammino estremamente difficile per giungere in Brasile, contano con una rosa competitiva e con un girone eliminatorio abbastanza abbordabile.
La vittoria finale dei transalpini – già campioni del mondo nel 1998 – è pagata 15 da Bwin; 18 da Paddy Power; 20 da Bet Flag; 21 da William Hill.
L’Italia, nonostante la grave assenza di Montolivo e i dubbi sulle prestazioni di Mario Balotelli, è inserita come sempre nel gruppo delle outsider.
Gli Azzurri sono una squadra capace di esaltarsi nei momenti di difficoltà e i buoni risultati ottenuti nel corso degli ultimi appuntamenti internazionali – secondo posto a Euro 2012 e medaglia di bronzo nella Confederations Cup 2013 – sono un’ulteriore testimonianza delle potenzialità della formazione di Cesare Prandelli.
Il trionfo mondiale dell’Italia, che in caso di vittoria eguaglierebbe il Brasile in testa alla classifica delle nazionali più vincenti, viene pagato 15 da Bwin; 20 da Paddy Power; 26 da William Hill.
Un’altra squadra estremamente interessante è la Colombia. Nonostante l’assenza della stella Radamel Falcao, i Cafeteros possono contare con una rosa compatta e con un attaccante di razza come Carlos Bacca. La presenza in panchina come secondo portiere del veterano Mondragón è un punto a favore della coesione del gruppo, l’esperienza del commissario tecnico Pekermann può portare a risultati insperati.
La vittoria finale della formazione colombiana è pagata 20 da Bwin; 24 da Paddy Power; 25 da bet Flag; 26 da William Hill.
Altre squadre con quote interessanti sono Uruguay, Inghilterra, Portogallo e Olanda.
I sudamericani, vincitori dell’ultima Coppa America, nonostante i dubbi sulle condizioni di Suarez, sono ancora tra gli outsider per Brasile 2014.
Già nel 1950, durante l’ultima edizione dei Campionati Mondiali di Calcio in Brasile, la Celeste inflisse ai padroni di casa una sconfitta per 2-1 che portò l’Uruguay al secondo titolo iridato.
L’episodio, conosciuto come ‘Maracanazo’, venne considerato una tragedia sportiva per il Brasile, che proprio a partire da quell’occasione scelse di cambiare per sempre il colore delle sue maglie, passando all’attuale verde-oro. Le maglie bianche che venivano utilizzate sino ad allora vennero considerate maledette e non si utilizzarono più in gare ufficiali. Vennero riesumate recentemente solamente per una gara amichevole celebrativa.
Un nuovo ‘Maracanazo’ viene pagato 26 da Bet Flag; 24 da Paddy Power; 25 da Bwin; 26 da William Hill.
La seconda vittoria mondiale dell’Inghilterra vale 20 volte la posta giocata per Paddy Power; 25 per Bwin; 26 per William Hill; 27 per Bet Flag.
Il Portogallo, soprattutto considerata la classe di Cristiano Ronaldo, è inserito tra le possibili outsider. Una vittoria lusitana in Brasile viene pagata 24 da Paddy Power; 29 da William Hill; 30 da Bwin e Bet Flag.
L’Olanda, vice campione uscente, sconfitta solamente dal gol di Iniesta ai tempi supplementari in Sudafrica, non appare tra le favorite per la conquista del titolo mondiale.
Il primo titolo iridato degli olandesi vale 24 per Paddy Power; 25 per Bwin; 34 per William Hill.
Tra le cenerentole dei mondiali, vale la pena segnalare le quote assegnate a Costa Rica, Honduras e Iran.
Le loro vittorie sono quotate 500 da Paddy Power; 750 da Bwin e 2501 da William Hill.